L’Associazione “La Casa sull’Albero” si è costituita nel novembre 2007, quando un gruppo di educatori e di volontari della Comunità educativa di accoglienza Alibandus ha formalizzato l’impegno che centinaia di cittadini avevano profuso, per la costruzione di una nuova casa per la Comunità.

Il progetto di raccolta fondi “Mille amici dei bambini” aveva permesso, in pochi anni, di realizzare una casa molto bella, che si trova in centro a Bassano del Grappa e che accoglie, su segnalazione del Servizio Sociale dell’Ente Pubblico, ragazzi che temporaneamente sono allontanati dalla loro famiglia di origine per difficoltà familiari. La costruzione aveva permesso di spiegare, a grandi e a piccoli, in un tam tam semplice e informale, che l’idea di fondo è che “ci vuole tutta una città per far crescere un bambino”. I ragazzi accolti avevano bisogno dell’attenzione di tutti, per avere un posto dignitoso e caloroso, dove vivere per un pezzetto della loro storia.

E’ stata un’esperienza di cittadinanza solidale attenta a chi si trova in un momento critico e meritava di non venire conclusa. L’Associazione si è così aperta a tanti percorsi di accoglienza e di riflessione sui temi educativi per i ragazzi e le famiglie della città e del territorio.

Numerosi giovani svolgono esperienze di volontariato presso la Comunità e una significativa rete di  famiglie e di amici si è creata e si amplierà per promuovere i tre scopi concreti dell’Associazione che sono:

 

  • Mantenere la bellezza della casa perché uno spazio buono è uno spazio in cui il bambino si riconosce (D. Winnicott).
  • Dare la possibilità di sostenere i ragazzi che dopo il compimento dei 18 anni si trovano senza riferimenti familiari e con una rete di riferimento poco solida.
  • Promuovere la formazione e il confronto continui di quelle persone che investono in uno stile di accoglienza e di vicinanza solidale

 

Le eventuali donazioni elargite alla nostra Associazione saranno indirizzate ad uno degli obiettivi qui sopra esposti. Ognuno può indicare una preferenza nel momento dell’elargizione.